Roner

Distillerie Roner, Termeno: grappe, distillati e liquori dall'Alto Adige.

Entra

RONER PROMUOVE IL CONSUMO RESPONSABILE DELLE BEVANDE ALCOLICHE. PER ACCEDERE AL SITO DEVI ESSERE MAGGIORENNE.

75 anni di passione per il gusto

Era il 1946 quando Gottfried Roner iniziò a distillare, posizionando un primo alambicco nella casa di famiglia. La distillazione è un arte antichissima che affonda le sue radici nella tradizione magica dell'alchimia, e che nell'arco alpino fa parte della tradizione contadina.
Dopo i primi successi ottenuti con la produzione delle grappe, Gottfried appassionato della sua terra e dei suoi frutti decise di arricchire la sua produzione: macerando, come da tradizione, nella grappa radici e bacche dei boschi circostanti, ottenne i liquori alla genziana, al ginepro e al mirtillo, che ancora oggi sono tra i fiori all'occhiello delle Distillerie Roner.

Roner Jazz Festival

La distilleria Roner accoglie l'Alto Adige Jazz Festival. Luciano Biondini suona - fisarmonica solista, è un fisarmonicista di spicco nel panorama jazzistico internazionale. 

Un concerto matinée con visita guidata e degustazione. A partire dalle 11:00 Prima del concerto vi invitiamo ad un aperitivo e ad una degustazione dei nostri prodotti.

10:30 Aperitivo e degustazione, visita guidata alla distilleria Roner (senza registrazione, gratuita)
11:00 Annuncio del concerto e inizio del concerto jazz ca. 12:00 Dopo la fine del concerto, possibilità di un altro aperitivo (a pagamento)

Al Sudtirol Jazz Festival Alto Adige solisti e ensemble non solo si avventurano su vertiginose "vette" musicali, ma arrampicano anche con i loro strumenti nel bagaglio, anche montagne "vere" e mostrano così un paesaggio alpino mozzafiato. Il festival stesso spesso apre nuovi orizzonti: sicuro di sé e talvolta a tentoni attraverso fessure scoscese, tenta di penetrare nuovi paesaggi sonori. Le sale da concerto tradizionali e da concerto sono a rischio di estinzione al Festival Jazz dell'Alto Adige Alto Adige. Attraverso contrasti e fusioni di straordinari luoghi di concerti e nuovi mondi sonori, organizzatori e artisti sono alla ricerca dell'ignoto, dell'inaudito, dell'inaspettato.

Luciano Biondini Solo

Ha perfezionato l'uso creativo del suo strumento: Luciano Biondini, nato a Spoleto nel 1971, ha iniziato a suonare la fisarmonica all'età di dieci anni e si è dedicato al jazz nel 1994 dopo aver vinto numerosi concorsi. Il programma di questo concerto comprende opere proprie, improvvisazioni e brani del repertorio italiano e argentino.

Qui troverai una panoramica del Programma 2022.

roner medagliere 2020 01